Trentino-Alto Adige: Guida al turismo e alle vacanze

Domenica 20 Agosto 2017
hotel trentino alto adige alberghi trentino albergo alto adige hotel trentino alto adige montagna sudtirol vacanze alto adige trentino elezioni amministrative agriturismo trentino apt trentino beauty farm campeggi cartina castelli trentino centri benessere provincia autonoma di bolzano regione trentino alto adige settimana bianca rifugi wellness hotels hotel benessere
info Trentino-Alto Adige

Italia - scoprire il Trentino-Alto Adige

Italia > Trentino-Alto Adige
Comuni italiani


visita il Trentino-Alto Adige

ITALIA: Informazioni utili e guida turistica

Regione Autonoma Trentino-Alto Adige

Sede:
Via Gazzoletti, 2
38122 Trento

Telefono: 0461 201111
URP: 0461 201029
Fax: 0461 201012
Email PEC: regione.taa@regione.taa.legalmail.it
Sito web: http://www.regione.taa.it


Info generali

Nazione: Italia
Capoluogo: Trento
2 Province
293 Comuni
Superfice: 13.324,29 Kmq
Popolazione: 1.030.757 abitanti
Densità: 77 abitanti per Kmq


... elenco dei Comuni

Per ottenere un elenco di Comuni tramite la lettera iniziale del nome:



Elenco Comuni Provincia di Trento (177)





Trentino-Alto Adige

Italia


Il Trentino-Alto Adige (nome ufficiale Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol) è una regione italiana con capoluogo Trento.
In seguito all'entrata in vigore del nuovo statuto di autonomia nel 1972, la regione è stata ampiamente esautorata e gran parte delle competenze trasferite direttamente al Trentino, corrispondente alla Provincia autonoma di Trento, e all'Alto Adige, corrispondente alla provincia autonoma di Bolzano.
Insieme al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia il Trentino-Alto Adige fa parte della macroarea geografica del Triveneto.
Insieme al Tirolo, il Trentino-Alto Adige fa parte di un'associazione di cooperazione transfrontaliera istituita nell'ambito dell'Unione europea, l'euroregione Tirolo-Alto Adige-Trentino.
Il Trentino-Alto Adige è la regione italiana più al nord ed è pressoché completamente montuosa.
Le catene montuose si innalzano fino a quote altimetriche di 2700–3900 m.
A sud, la riva trentina del Lago di Garda registra un'altitudine di circa 70 m s.l.m.
Con i suoi 13607 km² il Trentino-Alto Adige è una delle regioni meno densamente popolate, molto al di sotto della media nazionale, collocandosi al quartultimo posto, prima della Valle d'Aosta, della Basilicata e della Sardegna, nel rapporto tra numero di abitanti e superficie territoriale.
Tutta la regione è ricchissima di boschi di conifere e faggi, ruscelli e fiori, mentre in altri tratti sono presenti numerosi prati e pascoli in cui vi è un'altissima percentuale di specie alpine di erbe e funghi, in cui la popolazione porta al pascolo i bovini.
Considerando l'orografia del territorio e il fatto che le foreste ne ricoprono oltre il 70%, appare tuttavia evidente come vi siano notevoli differenze fra la densità di abitanti dell'entroterra (in cui peraltro si sono verificati fenomeni di spopolamento e di migrazione verso le città sulle principali valli) e quella dell'Adige.
Le valli sono generalmente piccole e strette, i cui versanti sono ricoperti da foreste.
Unica eccezione è appunto la valle dell'Adige, di origine glaciale.
La sua parte più settentrionale è chiamata val Venosta, mentre a sud di Rovereto essa è denominata Vallagarina fino all'ingresso del fiume nella pianura Padana poco a nord di Verona.
Le principali città situate nella Valle dell'Adige sono Trento e Bolzano.
Il Trentino-Alto Adige confina a sud e a sud-est con il Veneto, a nord e a nord-est con i Länder austriaci Tirolo (settentrionale e orientale) e Salisburghese, a ovest e sud-ovest con la Lombardia, a nord-ovest con la Svizzera (Cantone dei Grigioni).
La Valle Aurina è la valle più a nord di tutta l'Italia e Predoi il centro abitato più a settentrione situato tra i piedi della valle e la vetta d'Italia, al confine austriaco.
La regione è compresa tra le Alpi centrali e quelle orientali, mentre a sud il confine è delimitato dal lago di Garda e dalle prealpi venete.

Le montagne
A nord della regione, verso il confine austriaco, lungo la linea che va dal Passo Resia al Passo di Monte Croce di Comelico, si estendono le Alpi Retiche (suddivisibili in Alpi Venoste, Breonie, Aurine e Pusteresi), che raggiungono la loro massima altezza nella Palla Bianca (3738 m s.l.m.).
Nella Valle Aurina, la Testa Gemella Occidentale (2911 m s.l.m.), rappresenta dal 1997 la punta più a nord dell'intero territorio nazionale, che precedentemente era considerata la Vetta d'Italia.
Nella parte occidentale del Trentino-Alto Adige si elevano i gruppi dell'Ortles-Cevedale (con l'Ortles, massima vetta della Regione, 3902 m s.l.m.), dell'Adamello-Presanella e delle Dolomiti di Brenta.
Sia l'Alto Adige che il Trentino sono interessati dalla sezione occidentale delle Dolomiti (Dolomiti di Sesto, Gruppo del Puez, Odle, Sciliar, Sassolungo, Catinaccio, Marmolada, Gruppo di Sella, Latemar, Pale di San Martino), mentre proseguendo verso sud i rilievi montuosi degradano nelle Prealpi.
Riassumendo, le sezioni e sottosezioni alpine che interessano la regione sono:

  • Alpi Retiche occidentali (Alpi della Val Müstair)
  • Alpi Retiche orientali (Alpi Venoste, Alpi dello Stubai, Alpi Sarentine)
  • Alpi dei Tauri occidentali (Alpi della Zillertal, Alti Tauri, Alpi Pusteresi)
  • Alpi Retiche meridionali (Alpi dell'Ortles, Alpi della Val di Non, Alpi dell'Adamello e della Presanella, Dolomiti di Brenta)
  • Prealpi Bresciane e Gardesane (Prealpi Gardesane)
  • Dolomiti (Dolomiti di Sesto, di Braies e d'Ampezzo, Dolomiti di Brenta, Dolomiti di Gardena e di Fassa, Dolomiti di Feltre e delle Pale di San Martino, Dolomiti di Fiemme).

Assieme alle montagne ci sono anche numerosi passi:
Passo Gardena, Passo Nigra, Passo Sella, Passo Stalle, Passo del Brennero, Passo del Rombo, Passo della Mendola, Passo delle Erbe, Passo delle Palade, Passo dello Stelvio, Passo di Campolongo, Passo di Costalunga, Passo di Monte Croce di Comelico, Passo di Monte Giovo, Passo di Pampeago, Passo di Pennes, Passo di Resia, Passo di Valparola, Passo San Lugano.

Le valli principali sono:

  • Val d'Adige: Val Passiria, Val d'Ultimo, Val di Fassa, Val Rendena, Val di Sole, Val di Non
  • Valle Isarco: Val di Tires, Val Gardena, Val Ridanna, Val Sarentino, Val d'Ega, Val di Vizze, Val Racines, Val di Giovo, Val di Fleres
  • Val Pusteria: Val di Tures, Valle Aurina, Val Badia, Valle di Casies, Val Fiscalina, Valle di Anterselva, Val di Landro, Valle di Braies
  • Val Venosta: Val Monastero, Val Martello, Val di Senales

Il Trentino-Alto Adige è ricco di corsi d'acqua (fra i maggiori: l'Adige con gli affluenti Passirio, Isarco con il suo tributario Rienza, Noce e Avisio, il Brenta, il Sarca e il Chiese).

I laghi
In Trentino si estende l'estrema punta settentrionale del Lago di Garda che è suddiviso tra Trentino, Veneto e Lombardia.
Numerosi sono i laghi alpini, spesso di piccole dimensioni.
Fra i più rilevanti:
lago di Caldonazzo, lago di Ledro, lago di Levico, lago di Molveno, lago di Tovel e Lago di Cei.
Tra i bacini artificiali il maggiore è il lago di Santa Giustina.
In Alto Adige vi sono 176 bacini d'acqua naturali con lunghezza maggiore o uguale a 100 metri.
Gran parte di tali bacini si trova a quote superiori ai 2000 m.
I laghi naturali con una superficie maggiore di 5 ettari sono 13: di questi solo tre (il Lago di Caldaro, e i due laghi di Monticolo) sono situati al di sotto dei 1000 m.
I restanti 10 laghi maggiori sono il Lago di Anterselva, lago di Braies, il lago di Carezza, il lago di Costalovara, il lago di Dobbiaco, il lago di Favogna, il lago di Fiè, il Lago di Santa Maria, il lago di San Valentino alla Muta, il lago di Landro ed il lago di Varna.
Vi sono anche laghi artificiali, alcuni dei quali di dimensione degna di nota.
Tra i principali ricordiamo il Lago di Resia, il Lago di Zoccolo, il Lago di Fortezza, il Lago di Rio di Pusteria e il Lago di Valdaora.

Il Trentino-Alto Adige nel corso della storia è passato sotto diverse dominazioni, ciascuna delle quali ha lasciato le proprie tracce.
Tra i castelli più noti di epoca medievale vi sono Castel Tirolo, Castel Roncolo e il Castello del Buonconsiglio di Trento.
Quì sono elencati alcuni dei più importanti castelli, suddivisi nelle due province.

Castelli in Provincia di Bolzano:
Castel Tirolo - Castello di Tures - Castel Greifenstein - Castel Badia - Castel Roncolo - Castel Monteleone - Castel Tor - Castel Foresta - Castel Wolfsthurn - Castel del Gatto - Castel Trauttmansdorff - Castel Verruca - Castel Rubein - Castel Coira - Castel Tasso - Castel Boymont - Castelfeder - Castel Trostburg - Castel Giovo

Castelli in Provincia di Trento:
Castello del Buonconsiglio - Castello di Castellano - Castello di Rovereto - Castello della Torre Franca - Castello di Sabbionara - Castel Toblino - Castel Beseno - Castello di Arco - Castel Pietra (Calliano) - Castello di Monreale - Castel Thun - Castel Pergine - Castel Telvana - Castellalto - Castelfondo - Castel Corno - Castel Ivano - Castel Selva - Castello di Tenno - Castel Fontana, diventato nel 1974 il museo agricolo Brunnenburg (Landwirtschaftsmuseum Brunnenburg), illustra usanze e modi di lavoro dei contadini della zona.
Sotto l'impero austro-ungarico furono costruite diverse fortificazioni, tra cui il forte di Fortezza (dove secondo la leggenda i nazisti avrebbero nascosto un'ingente quantità di oro, mai ritrovato).
Oltre a castelli e fortezze, nelle province si trovano diverse chiese, abbazie e monasteri, tra cui l'abbazia di Monte Maria, l'Abbazia di Novacella ed il Monastero di Sabiona.


Il testo in italiano è tratto da:
- Wikipedia


Trentino-Alto Adige … le Province

Province in cui è attualmente suddiviso il territorio.

Alcune aree turistiche

Trentino-Alto Adige
... come arrivare e muoversi


Aeroporti - Voli



Scali portuali per traghetto passeggeri