Visita Bari - Info Puglia

Venerdì 23 Giugno 2017
Bari visitare Puglia guida turistica Codice comune Bari Info turismo sistemazione in Hotel ristorante dove mangiare Città Metropolitana di Bari feste e sagre Puglia visitare Bari TASI 2017 Bari Aliquota IMU 2017 Agriturismo case affitto Bari Albergo ufficio tecnico cosa fare / cosa vedere monumenti Bari PEC Anagrafe alloggio in Bed and Breakfast codice ISTAT 072006 ufficio tributi
info Puglia
Comuni italiani


Comune di Bari BA

Regione: Puglia - Italia

Luoghi da visitare Bari
Chiese ed altri edifici religiosi Bari
Musei, Gallerie e Mostre Bari
Eventi gastronomici e folkloristici Bari
Centri Benessere, Massaggi e Relax - Wellness Hotel Bari
Accommodations Bari
Dove mangiare Bari
Camping e Aree Attrezzate per Camper Bari
Affittacamere Bari
Turismo Rurale Bari
B&B Bari
Ostelli Bari
Residence Bari
Pizzerie Bari
Terme Bari


Partita IVA: 00268080728
C.A.P.: 70121
Codice Istat: 072006
Codice Catastale: A662
Numero Abitanti: 320.475
Altitudine s.l.m.: 5 mt.
Superfice Kmq.: 116,20
Denominazione abitanti: baresi



: Verifica e prenota subito! - i servizi, la disponibilità e le migliori offerte.

Bari

Città Metropolitana di Bari


Uffici comunali / Municipio

Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele II, 84
Telefono: 080 5771111
Fax: 080 5216391

Comune di Bari

Sito istituzionale- Sindaco di Bari e amministrazione comunale
- Ufficio anagrafe - Ufficio Tecnico - Catasto IMU TASI
- Giunta comunale - Dati elezioni amministrative

Comune di Bari (Puglia - Italia)

Bari è un comune litoraneo di 320.475 abitanti, situato a 5 metri s.l.m. nella nell'omonima provincia, il suo territorio si estende su una superfice di 116,20 kmq.

Bari è una città di mare con il nucleo antico che si affaccia direttamente sul “Lungomare”, il più lungo d'Italia.
Seguendo il mare verso Sud si scoprono gli splendidi palazzi umbertini e tra questi il Teatro Kursaal Santalucia, esempio di stile Liberty.
Proseguendo si incontrano il Palazzo della Provincia con la sua Pinacoteca ed i palazzi monumentali in stile littorio come “Albergo delle Nazioni”.
Paralleli al mare si sviluppano i quartieri di Madonella e Japigia.
Continuando ancora verso Sud si raggiunge “Torre a Mare”, caratteristico borgo di pescatori che deve il suo nome ad una antica torre facente parte del sistema di avvistamento che corre lungo tutta la costa pugliese.
Il Lungomare a Nord, con la stazione marittima ed il porto permette di raggiungere la “Fiera del Levante” sede di manifestazioni e fiere specializzate, come la Campionaria di Settembre, Orolevante, Modalevante ed Expolevante.
Proseguendo lungo la SS16 si arriva alle frazioni di Palese e Santo Spirito, con i porticcioli ed i numerosi locali, dove trascorrere gradevoli serate.
La particolarità di questi piccoli borghi è di aver conservato una propria identità, semplice e popolare, così diversa da quelladella città.

La città moderna, appena al di fuori del borgo antico, fu fondata nel 1813 da Gioacchino Murat, che pose la prima pietra all'incrocio tra Corso Vittorio Emanuele e Corso Cavour, che costituiscono due dei lati del quartiere Murattiano.
Via Quintino Sella lo separa dal quartiere Libertà e la Ferrovia lo delimita a Sud:
Al di là di questa sorgono i quartieri residenziali di San Pasquale, Picone e Carrassi.
In quest'ultimo si trovano la Chiesa Russa Ortodossa di San Nicola con le sue cupole verdi ed il parco di “Largo 2 Giugno”.
Proseguendo verso l'interno troviamo il moderno quartiere di Poggiofranco.
L'ampia tangenziale che corre da Nord a Sud, permette il collegamento con i quartieri San Paolo e Stanic.

La “Vecchia Bari”, racchiude la storia, l'anima di questa città.
In origine era protetta da una cinta muraria della quale rimane solo la parte sul mare, la Muraglia lambita dalle acque del mare sino agli anni Trenta.
Molto suggestiva è la visione che si ha su via Venezia.
Partendo da “Piazza del Ferrarese” e percorrendo le mura, ci si affaccia su uno degli scorci più belli di Bari: il piccolo porticciolo, le palme, il colonnato traiano, il Teatro Margherita, il Circolo Canottieri Barion e il Lungomare.
Si arriva, poi, al Fortino di Sant'Antonio Abate, una torre del '300, con il belvedere in sommità.
La base del Fortino, oggi trasformata in un'area espositiva, ospitava una cappella dedicata al Santo protettore degli animali, dove, secondo la tradizione, il 17 gennaio vi venivano benedetti.
Dalla Muraglia, ci si affaccia sulla Basilica di San Nicola e sulla “Corte del Catapano” e proseguendo fino al Monastero di Santa Scolastica, lo sguardo abbraccia il Porto.
La città antica è un dedalo di viuzze, slarghi e piazzette con il basolato di “chianche” bianche che, associate alle basole laviche ci guidano nel borgo.
L'architettura ha conservato, stratificandoli, i vari stili che segnano le dominazioni succedutesi: ogni angolo è una scoperta,una curiosità.
Il Borgo Antico è una città nella città, viva, pulsante,con i suoi simboli e le sue tradizioni.
La “Notte di San Giovanni” (23 Giugno), per esempio, le donne preparano a mano le “orecchiette” e le offrono come buon auspicio e segno di ospitalità secondo la tradizione di San Nicola, il Patrono taumaturgo della città, protettore dei bambini.
Al suo culto fu edificata (1197) la splendida Basilica, la più grande chiesa in stile Romanico.
Nella sua cripta sono conservati i resti del Santo trafugati da Myra da 62 marinai baresi.
Al loro Patrono, i Baresi dedicano due feste: una dal 7 al 9 Maggio che richiama pellegrini da tutto il mondo con uno spettacolare Corteo Storico, l'altra il 6 Dicembre, più cara ai Baresi e caratterizzata da riti suggestivi, come il pellegrinaggio delle ragazze in cerca di marito.
Come frequentemente è accaduto per le comunità marinare, i Baresi, marinai e avventurieri, scelsero San Nicola e gli affidarono la protezione dei propri traffici commerciali che richiamavano altri popoli da tutto il Mediterraneo.

Percorrendo il Borgo, da San Nicola fino alla Cattedrale di San Sabino, attraverso la “via del Carmine” con l'omonimo Monastero, è tutto un fiorire di conventi, chiostri ed edicole votive realizzate da varie comunità:
i Veneziani con il piccolo gioiello della Chiesa di San Marco e i devoti Ortodossi con la Chiesa di San Giovanni Crisostomo.
Proseguendo si incontra l'Arco delle Meraviglie che si narra sia stato costruito nottetempo da una famiglia lombarda perché due amanti potessero incontrarsi.
La presenza degli Arabi, invece, è testimoniata dalla Capa dù Turk, bassorilievo della testa di un Moro, a cui fu spiccata perché, in una notte di streghe, si avventurò nel dedalo dei vicoli del Borgo.
In prossimità dell'antica Cattedrale di San Sabino, autentico gioiello del “Romanico Pugliese”, troviamo il Castello Normanno Svevo separato dal Borgo Antico da un fossato difensivo tuttora visibile.
Il nucleo del Castello è protetto da due ordini di mura, alte e strette quelle interne erette dai Normanni per difendersi dagli assedi, basse e larghe quelle esterne costruite dagli Aragonesi per resistere alle armi da fuoco.
La visita all'interno è un vero e proprio viaggio nel passato, tra archi, portali, sale e corti che ospitano mostre e manifestazioni culturali.
Il Borgo è ricco di dimore patrizie come i Palazzi Alberotanza, Starita o Tanzi e di palazzi del potere come quello “della Dogana” o “del Sedile” in Piazza Mercantile.
In un angolo di questa si può osservare la Colonna della Giustizia o dell'Infame dove venivano esposti al pubblico ludibrio i cittadini insolventi.

Di sera la città vecchia si anima nei tanti locali pubblici, mentre le attività culturali sono ospitate nella Sala Murat e nell'Auditorium della Vallisa, nell'omonima chiesa.
Di giorno il Borgo antico si trasforma secondo i ritmi degli antichi commerci e, tra botteghe e negozietti, si gusta il piacere di fare spese senza fretta.

Per comprendere meglio la storia di Bari Vecchia è indispensabile visitarla nei i suoi luoghi simbolici, per abbracciarne lo spirito che vive nella gente: religiosità, animo mercantile, senso dell'ospitalità ed una certa indipendenza dall'autorità.
Bari è la vera “Porta del Levante”.
Dal Borgo Antico, attraverso gli archi di Piazza Chiurlia, si giunge nel Quartiere Murattiano, cuore pulsante della città, con negozi, uffici, ristoranti alla moda.
Il quartiere ha una impostazione urbanistica a scacchiera con strade parallele e perpendicolari nelle quali è facile orientarsi.
“Via Sparano” costituisce il prosieguo ideale del percorso fatto nel Borgo Antico: è la strada dello shopping griffato, rappresentato autorevolmente dal grande Palazzo Mincuzzi.
Corso Vittorio Emanuele costituisce un ampio boulevard con ristoranti e ampi spazi alberati per il passeggio e la sosta.
Qui troviamo la Prefettura in prossimità di Piazza Massari, capolinea di numerosi bus, bus-navetta e fermate di taxi.
Prospiciente alla Prefettura troviamo il Palazzo del Comune ed il Teatro Piccinni con il portico "dorico"; più avanti Palazzo Fizzarotti è testimonianza del gusto veneziano dei primi anni del '900 e dell'influenza della “Serenissima” su molte città dell'Adriatico.
Il Corso sfocia in Piazza Garibaldi dove inizia il Quartiere Libertà.
In posizione opposta a Piazza Garibaldi, Corso Cavour, uno dei lati del quadrilatero murattiano, si apre con il Teatro Margherita, che si erge sul mare con una struttura di palafitte.
Percorrendo il viale alberato di Corso Cavour, i Palazzi della Banca d'Italia e della Camera di Commercio anticipano il Teatro Petruzzelli.
A destra del Teatro si imbocca via Cognetti dove troviamo il Palazzo dell'Acquedotto Pugliese terminato nel 1932.
All'interno le decorazioni di Duilio Cambellotti celebrano l'acqua, fonte di vita e prosperità, e sottolineano l'importanza del più grande acquedotto d'Europa.

TRASPORTI INTERNI
La città è collegata da l'AMTAB - Azienda Municipalizzata Trasporti Autofiloviari Baresi, che offre servizi di trasporto nel nucleo cittadino della Città Metropolitana di Bari. I titoli di viaggio possono essere acquistati in tabacchini e giornalai.
Ulteriori informazioni su www.amtab.com

COME ARRIVARE

In treno
Nella città di Bari è presente una stazione ferroviaria, ubicata in Piazza Moro, nel quartiere murattiano.
La stazione, nata come di transito, si è negli anni adattata alle esigenze della circolazione acquistando un piazzale che permette l'accesso a 17 binari.
Tramite Trenitalia, è possibile raggiungere Bari dalle maggiori località italiane con più collegamenti giornalieri.

In aereo
“Aeroporto di Bari-Palese” o “Aeroporto Karol Wojtyla”, è il principale aeroporto pugliese.
Serve l'intera provincia di Bari, la provincia di Barletta-Andia-Trani, la provincia di Matera, e parte delle limitrofe province di Foggia, Taranto e Potenza.
Da qui partono voli giornalieri per i maggiori aeroporti italiani e voli per quasi tutte le capitali europee.

In nave
Bari può essere raggiunta anche dal mare, grazie alla presenza dell'importante Porto di Bari: collocato a Sud-Est dell'Italia è tradizionalmente considerato porta dell'Europa verso la penisola Balcanica ed il Medio Oriente, è uno scalo polivalente in grado di rispondere a tutte le esigenze operative.
La multifunzionalità operativa del Porto di Bari può contare su banchine attrezzate per la movimentazione di ogni tipo di merce e su una eccellente rete di collegamenti con ogni modalità di trasporto.


» Testo in italiano tratto da:
- “Storia Cultura e Bellezza di una Terra da Scoprire”
(Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Bari)

» Photo by: Nicola Andriano


Aggiorna descrizione Bari
Aggiorna foto Bari

Vuoi contribuire al completamento di questa pagina dedicata alla città di Bari?
Inviaci una tua descrizione del luogo, dei suoi monumenti, delle sue chiese, i tuoi commenti di viaggio o le tue fotografie relative a Bari o altra località e città della Puglia.


per il tuo soggiorno a Bari

Arte, cultura, tradizioni, ... alcune opzioni


Coordinate geografiche di Bari (Puglia)

Latitudine: 41.12589 - Longitudine: 16.86773 | Coordinate GPS: 41°07'33.2" N - 16°52'3.83" E


Porti / Aeroporti:



Giro turistico nei dintorni


frazioni e località del Comune di Bari

da visitare:


... altre località

Capo Scardicchio, Carbonara, Carrassi, Catino, Ceglie del Campo, Fesca, Japigia, L’Annunziata, Libertà, Loseto, Macchie, Madonnella, Marconi, Mungivacca, Murat, Palese, Parco Adria, Picone, Poggiofranco, San Giorgio, San Girolamo, San Paolo, San Pasquale, Santa Fara, Santo Spirito, Stanic, Torre a Mare, Villa de Lilla, Zona Industriale


APT Provincia di Bari

Azienda di Promozione Turistica
Piazza Moro, 33/a
Tel. 080 5242361
Fax 080 5242329

Bari, i Comuni confinanti

Comuni con nome simile

Puglia - le Province

Province in cui è attualmente suddiviso il territorio.