Antica Tintoria Marchi (Santarcangelo di Romagna - Emilia Romagna)

Lunedì 22 Ottobre 2018
Guida Turistica Emilia Romagna
info Emilia Romagna
Cosa vedere a Santarcangelo di Romagna (RN)
Comuni italiani

Antica Tintoria Marchi

Santarcangelo di Romagna - Emilia Romagna






Antica Tintoria Marchi

Santarcangelo di Romagna

» via Cesare Battisti, 15


Alla data del 17 marzo 1633, nel Libro delle Riforme Consiliari appare il Decreto per maestro Fiore Melini, tentore, per occasione del mangano.
Il verbale dice testualmente: ‘fu letta una supplica di maestro Fiore Melini tentore, quale si offerisse di fare un mangano in questa Terra purché nissun altro non possi mettere detto essercitio in detta Terra, né suo territorio, fin tanto non è passato il tempo di venticinque anni…” (da Mangani e tintori a Santarcangelo, di Oreste Delucca, estratto della rivista Romagna arte storia, n. 25, 1989, p4).
Si tratta qui del primo documento santarcangiolese a offrire notizie del mangano per tessuti che, realizzato nel 1633, inizia in quell'anno la sua storia, la storia di uno strumento che assomiglia a una grande scultura rotante che muove pesi, esercita pressioni per accarezzare infine i tessuti; questo procedimento viene definito follatura, ovvero dare il lustro agli antichi tessuti di canapa e cotone, poi decorati con stampi di legno intagliati a mano e colorati a ruggine secondo una seicentesca ricetta.
Da allora il mangano, scampato a una serie di vicissitudini, non ha mai smesso di funzionare; in più di tre secoli di attività si sono succeduti diversi “piedi” (il mangano è formato, infatti, da una grande ruota azionata da una o più persone che vi camminano internamente) fino ad arrivare ai “piedi dell'oggi”, quelli di Lara e Gabriele Marchi, eredi dell'antica stamperia, che nel 2008, festeggiano la ricorrenza del 375° compleanno; per questa occasione è stata restaurata e verrà aperta al pubblico, diventando parte integrante del negozio/laboratorio, la sala di stampa e taglio dei tessuti, fino a ieri laboratorio non visitabile.
La storia di quest'ultima generazione inizia nel 1906, quando Sante Pracucci, nativo di Longiano, si trasferisce a Santarcangelo e lavora a bottega dalla famiglia Molari; col tempo il suo ruolo si accresce fino al punto di rilevare la tintoria, che sarà successivamente gestita dal genero Alfredo Marchi e poi dal nipote Alfonso Marchi che l'anno scorso consegna ufficialmente ai figli Lara e Gabriele il testimone assieme ai segreti dell'arte tintoria; il 17 marzo 2008, infatti, venne inaugurato il negozio/laboratorio sotto la guida degli ultimi eredi.

Per informazioni:
Stamperia Artigiana Marchi di Lara e Gabriele Marchi,
via Cesare Battisti, n.15
Santarcangelo di Romagna,
tel/fax 0541.626018

Photo by: Archivio Fotografico Assessorato Turismo Provincia di Rimini


per il tuo soggiorno a Santarcangelo di Romagna

Booking.com

Strutture ricettive e turistiche ... in evidenza



Visitare Santarcangelo di Romagna … cosa fare … cosa vedere … eventi … festa patronale


cosa vedere in alcuni borghi e frazioni di Santarcangelo di Romagna

San Martino dei Mulini

cosa vedere Provincia di Rimini

Santarcangelo di Romagna city guide

Giro turistico nei dintorni



Pro Loco, APT, IAT - Uffici Informazione e Accoglienza Turistica

IAT Santarcangelo

Ufficio informazioni - accoglienza turistica
via Cesare Battisti, 5
Tel. 0541 624270
Fax 0541 622570

Ufficio Comunale Turismo

Piazza Ganganelli, 1
Tel. 0541 356356
Fax 0541 356276
Antica Tintoria Marchi
cosa visitare a Santarcangelo di Romagna
vicino me
monumenti
attrazioni Emilia Romagna
monumenti più importanti
Italia, vicino me
borgo antico
cosa vedere a Santarcangelo di Romagna
borghi d'italia
visitare Antica Tintoria Marchi
borgo medievale
siti storici Emilia Romagna
patrimonio culturale
Aggiorna descrizione Antica Tintoria Marchi

Conosci Antica Tintoria Marchi o hai avuto occasione di visitare il luogo come turista?
Contribuisci anche tu a questo progetto pubblicando dati aggiornati, descrizione o immagini.