Guida al turismo nella Repubblica di San Marino

Mercoledì 19 Dicembre 2018
Guida Turistica Repubblica di San Marino
Repubblica di San Marino - info turismo

Repubblica di San Marino

Guida all'area turistica






Il territorio sammarinese (61 kmq) ha la forma di un quadrilatero irregolare in prevalenza collinare con al centro il Monte Titano - altitudine 750 metri e distanza in linea d'aria 10 km. dal mare Adriatico.
È circondato per tutta l'estensione dei suoi confini da due regioni italiane e precisamente da Emilia Romagna a nord-est e dalle Marche-Montefeltro a sud-ovest.

L'antica istituzione dell'Arengo (originariamente la riunione di tutti i capifamiglia) delegò in seguito il suo potere al Consiglio Grande e Generale; oggi l'Arengo è lo stesso corpo elettorale.
In sede di Arengo, attualmente convocato due volte l'anno (la domenica successiva all'insediamento dei Capitani Reggenti), i cittadini sammarinesi hanno facoltà di presentare proposte e richieste di interesse pubblico al Consiglio Grande e Generale.

Il potere legislativo viene esercitato dal Consiglio Grande e Generale, che si compone di 60 membri eletti dalla cittadinanza ogni 5 anni.
In particolare approva i bilanci e nomina i Capitani Reggenti, Capi dello Stato e dell'Esecutivo, i quali esercitano la loro carica per 6 mesi (la cerimonia di Investitura dei Capitani Reggenti avviene il 1° aprile e il 1° ottobre di ogni anno).
Il potere esecutivo (Governo) è esercitato dal Congresso di Stato, composto da Segretari di Stato (Ministri).
Il territorio sammarinese è suddiviso in nove Castelli che corrispondono alle vecchie circoscrizioni parrocchiali della Repubblica.
Ogni Castello è amministrato da un Giunta presieduta da un Capitano, eletti ogni cinque anni.
Il Consiglio dei XII, eletto dal Consiglio Grande e Generale per la durata della legislatura, è un organo giudiziario e di giustizia amministrativa con funzione di tribunale di III istanza.
Due Sindaci di Governo rappresentano lo Stato in giudizio e in atti o vertenze di natura finanziaria e patrimoniale.

La Repubblica di San Marino, pur essendo uno Stato neutrale la cui vocazione alla pace è universalmente riconosciuta, dispone di Corpi Militari Uniformati volontari, rappresentativi della indipendenza dello Stato (non esiste servizio militare obbligatorio, ma tutti i cittadini dai 16 ai 55 anni possono essere arruolati, in particolari contingenze, a difesa dello Stato) e più specificatamente:

  • La Compagnia Uniformata delle Milizie partecipa alle cerimonie ufficiali e collabora al servizio d'ordine in particolari contingenze;
  • La Guardia del Consiglio è la scorta d'onore dei Capitani Reggenti e del Consiglio Grande e Generale;
  • La Guardia di Rocca ha in dotazione le artiglierie, presta servizio al Palazzo Pubblico e alle casermette di frontiera;
  • La Gendarmeria è il corpo di polizia che ha il compito di sorvegliare e tutelare l'ordine nel Paese;
  • Il Corpo della Polizia Civile, composto da sammarinesi, ha compiti di controllo, di tutela e di prevenzione in materia commerciale, turistica, annonaria e di circolazione stradale.

Moneta
Si usa comunemente l'Euro.
Dal 1972 San Marino, dopo un'interruzione di 34 anni, è tornata a battere moneta propria, coniando vari valori di lire sammarinesi molto ricercate dai collezionisti.
Rilevante è la ripresa della coniazione delle monete d'oro, dal 1974, con corso legale esclusivamente all'interno del territorio.

Bandiera e stemma
La bandiera di San Marino è bianca e azzurra con al centro lo stemma della Repubblica.
Lo stemma è composto da uno scudo nel quale sono raffigurati tre monti e tre torri piumate.
Per ornamento esteriore porta due rami di colore verde legati, in basso, da un nastro col motto "Libertas" ed, in alto, una corona simbolo della Sovranità.

Formalità della frontiera
Nessuna formalità di frontiera o doganale.

I Castelli sono le unità amministrative in cui è divisa la Repubblica di San Marino.
Anticamente, il territorio della Repubblica di San Marino era diviso in dieci gualdarie con finalità di tutela del patrimonio naturale, delle proprietà rurali e di mantenimento dell'ordine pubblico.
Nel 1463 dopo l'annessione delle città di Serravalle, Montegiardino e Faetano tolte ai Malatesta di Rimini vennero chiamati per la prima volta “castra subdita” (luoghi soggetti) da cui la parola castello a cui vennero date diverse autonomie amministrative.
Ognuno dei tre Castelli era governato da un Capitano nominato dal Consiglio Grande e Generale.
Dal 1463 al 1925 San Marino fu quindi diviso in quattro castelli (Fiorentino, Montegiardino, Faetano e Serravalle) e in cinque parrocchie o gualdarie (Città di San Marino, Acquaviva, Borgo Maggiore, Chiesanuova, Domagnano).
Con la legge 16 marzo 1925 n. 10 San Marino venne diviso in cinque zone, corrispondenti più o meno con le parrocchie, ciascuna delle quali prende il nome dal centro più grande, detto appunto Castello con tutti a capo un Capitano di Castello nominato dal Consiglio Grande e Generale (chiamato Consiglio Principe e Sovrano all'epoca).
Con legge 17 novembre 1945 n. 66 il Capitano di Castello viene affiancato da una Giunta di Castello, entrambi nominati dal Consiglio Grande e Generale.
Con la legge 30 novembre 1979 n. 75 la nomina del Capitano di Castello e della Giunta di Castello diventa di suffragio universale.
Con l'ultima modifica con la legge 24 febbraio 1994 n.22 ogni Castello è retto da una Giunta di Castello, eletta dai residenti per cinque anni e composta da 9 membri per i Castelli con più di 2.000 abitanti e 7 per quelli più piccoli.
Le Giunte sono tutte presiedute da un Capitano di Castello.

Tra le competenze dei Castelli vi sono:

  • la gestione dei servizi pubblici locali
  • la promozione di attività di natura culturale, ricreativa o sociale
  • la progettazione e realizzazione di lavori pubblici

Shopping
Il centro storico è uno spettacolo di colori e luci, non c'è via, contrada, piazzetta che non abbia negozietti con merce di ogni genere: dal tradizionale souvenir al più raffinato gioiello.
Tipica la produzione di ceramica con decorazioni che richiamano i simboli della storia sammarinese.
Originali ricordi le emissioni filateliche e numismatiche, apprezzate in tutto il mondo, la Repubblica, inoltre, conia il suo euro.
Pelletterie, armerie, gioiellerie, profumerie, negozi di oggettistica, di Hi-Fi, di abbigliamento, di souvenir, dove spesso si pratica il Tax Free, creano un grande centro commerciale all'aperto.

Eventi
Nel corso dell'anno San Marino propone numerosi eventi che qui trovano una cornice suggestiva.
Rassegne musicali, rievocazioni storiche, mostre d'arte, esposizioni, eventi sportivi, festa di fine anno, oltre ad animazioni di vario genere, danno vita ad un fittissimo calendario di appuntamenti per allietare gli ospiti.
Non ultime le suggestive cerimonie istituzionali che evocano la storia millenaria della piccola Repubblica.

Enogastronomia
Olio extravergine di oliva, vino, formaggi e carni del consorzio "Terra di San Marino", sono gli ingredienti primari utilizzati dalla ristorazione locale che è di tradizione gastronomica romagnola.
La piadina accompagna i piatti a base di carne e verdura, così come la pasta fatta in casa non manca mai nei menù delle taverne e dei ristoranti del centro storico e non solo.



CITTÀ DI SAN MARINO
ACQUAVIVA
BORGO MAGGIORE
CHIESANUOVA
DOMAGNANO
FAETANO
FIORENTINO
MONTEGIARDINO
SERRAVALLE

Repubblica di San Marino - Per maggiori informazioni consulta il menu principale

Booking.com

Come arrivare e muoversi

Aeroporti - Voli

Aeroporto Internazionale di Rimini e San Marino (Miramare)

Accessi autostradali

Autostrada A14 Rimini Sud

Stazioni ferroviarie e bus

Stazione di Rimini
Repubblica di San Marino
punti di interesse
Castelli/Comuni
Hotels
Ristoranti
Repubblica di San Marino
Comuni sammarinesi
luoghi da vedere
enclave in Italia
elenco Castelli Repubblica di San Marino
elezioni politiche 2018
Cartina
Agriturismo
Albergo
dove dormire
Cosa vedere
dove mangiare
Anagrafe
attrazioni - cose da fare
Bed and Breakfast